Parvo nei cani: come i cani ottengono informazioni su parvo e trattamento

casella di controllo-fatto-veterinario

Parvo è una malattia molto grave nei cani, quale uccide circa 89% di quelli che non ricevono un trattamento tempestivo . I cani che ricevono cure veterinarie dopo essere diventati sintomatici spesso guariscono, ma fino al 36% di questi può ancora morire.

Fortunatamente, c'è un vaccino disponibile che proteggerà la maggior parte dei cani dalla malattia . Significa anche che il parvo non è così comune come lo era solo pochi decenni fa.



Tuttavia, la parvovite è una delle malattie più pericolose che colpisce i cani e i proprietari hanno spesso una serie di domande a riguardo. Cercheremo di far luce sulla malattia, i sintomi che provoca e il modo in cui si diffonde da un animale all'altro di seguito.





Se sei di fretta, dai un'occhiata ai nostri suggerimenti chiave o passa alla nostra sezione FAQ in fondo all'articolo per trovare le risposte ad alcune domande comuni.

Parvo nei cani: punti chiave da asporto

  • Il parvo è una malattia molto grave, spesso fatale, che può affliggere i cani. La malattia colpisce più comunemente i cuccioli, ma occasionalmente può causare malattie anche nei cani adulti. Il parvo è molto contagioso e passa da cane a cane abbastanza facilmente.
  • Parvo colpisce principalmente l'intestino tenue e provoca una grave diarrea. Parvo può anche influenzare il sistema linfatico e il cuore del tuo cane.
  • Il tuo veterinario può provare a curare le infezioni da parvovirus, ma questi tentativi non sono sempre efficaci. Fortunatamente, esiste un vaccino che dovrebbe proteggere il tuo cane dal virus. La maggior parte dei cani riceve queste vaccinazioni quando sono cuccioli.
Anteprima dei contenuti nascondere Cos'è Parvo? Parvo nei cani: parvovirus canino Parvo: una singola malattia causata da più virus Fasi di un'infezione da Parvo Sintomi di Parvo nei cani: quali sono i primi segni di Parvo? I cani adulti possono prendere la parvovite? Quali cani sono più suscettibili al parvo? Come fanno i cani a prendere la parvovite? Per quanto tempo cani e cuccioli malati sono contagiosi? Trattamento per parvovirus del cane: come trattare le infezioni da parvovirus? Recupero da Parvo: cosa puoi aspettarti? La ramificazione a lungo termine di Parvo Come prevenire Parvo: proteggere il tuo cucciolo dal virus Vaccinare il cane contro il parvovirus L'importanza dell'igiene quando si combatte Parvo Parvovirus negli esseri umani Parvovirus nei gatti Piccola festa

Cos'è Parvo?

Parvo è una malattia causata da virus della famiglia Parvoviridae.



Esistono circa 80 parvovirus identificati e di tanto in tanto ne vengono scoperti di nuovi. Infettano una varietà incredibilmente ampia di specie, che vanno da grilli a visone a maiali . Gli esseri umani sono persino suscettibili ad alcuni parvovirus.

Ma quando la maggior parte delle persone parla di parvovirus, parla di parvovirus canino – quello che colpisce i cani.

Di seguito ci concentreremo principalmente sul parvovirus canino, ma discuteremo anche del modo in cui i parvovirus colpiscono anche gli esseri umani e i gatti.



Parvo nei cani: parvovirus canino

Il parvovirus canino colpisce più comunemente i cuccioli giovani, tra le 6 settimane e i 6 mesi di età , ma anche i cani adulti sono sensibili al virus.

È molto contagioso e si diffonde facilmente da cane a cane , in particolare quelli tenuti in condizioni di affollamento o insalubri.

Parvo può causare una varietà di problemi di salute e colpire diversi organi e sistemi di organi. Infetta tipicamente l'intestino tenue, dove inibisce l'assorbimento e provoca diarrea grave , ma può colpire anche il cuore e il sistema linfatico. Può persino danneggiare il midollo osseo di un cucciolo, che può causare ulteriori problemi a lungo termine.

Parvo ha un tasso di mortalità molto alto per i cani che non ricevono cure , ma i cani che sopravvivono di solito ne sono immuni per il resto della loro vita.

parvo-in-cani

Parvo: una singola malattia causata da più virus

I cani sono sensibili ad almeno quattro diversi virus del genere Protoparvovirus .

È interessante notare che sembrano tutte malattie relativamente nuove, poiché sono state documentate solo dalla seconda metà del 20nssecolo. La maggior parte delle altre malattie comuni del cane sono state segnalate per centinaia, se non migliaia, di anni. Rabbia , ad esempio, è citato in scritti risalenti al 2300 BCE .

Il primo parvovirus nei cani è stato scoperto nel 1967 e designato come parvovirus canino di tipo 1 (CPV-1). Questo fa soffrire alcuni cani di problemi respiratori e gastrointestinali, ma la maggior parte dei cani che risultano positivi al virus sembrano completamente sani .

Ma altri tre parvovirus possono far ammalare gravemente i cani. Sono conosciuti come:

  • Parvovirus canino tipo 2a (CPV-2a)
  • Parvovirus canino tipo 2b (CPV-2b)
  • Parvovirus canino tipo 2c (CPV-2c)

Il primo focolaio di CPV-2 (CPV-2a) negli Stati Uniti si è verificato nel 1978. Il CPV-2b è apparso per la prima volta nel 1984 e il CPV-2c è stato scoperto solo nei primi anni 2000.

Tutti e tre i virus CPV-2 causano malattie simili nei cani, sebbene varino in termini di gravità. Il trattamento (in modo tale che esista) e le vaccinazioni per tutti e tre i virus CPV-2 sono essenzialmente gli stessi.

Fasi di un'infezione da Parvo

Tutti i casi di parvo e i cani sono individui, quindi non saprai mai esattamente come si svilupperà la malattia di un determinato cane. Tuttavia, la maggior parte delle battaglie parvo segue uno script abbastanza simile.

Esposizione

Le infezioni da parvovirus iniziano per la prima volta quando un cane o (più comunemente) un cucciolo è esposto al virus. Ciò si verifica in genere quando un cucciolo ingerisce inavvertitamente qualcosa che è stato contaminato con le feci di un cane infetto.

Replicazione e dispersione (il periodo di incubazione)



Il virus inizia a replicarsi nel sistema linfatico del cucciolo circa 3-4 giorni dopo. Poco dopo che il virus inizia a moltiplicarsi nel sistema linfatico, il flusso sanguigno del cucciolo inizierà a diffondere il virus in tutto il corpo del cane.

L'intestino in genere subirà l'urto dell'attacco, ma il virus si farà strada anche in molti altri organi e sistemi del corpo, tra cui cuore, fegato, milza, polmoni e reni.

Sintomi e malattia

Circa una settimana dopo l'esposizione iniziale, il cucciolo inizierà a mostrare i sintomi (tuttavia, ciò può verificarsi fino a 3 giorni dopo l'esposizione in alcuni casi, o fino a 10 giorni dopo l'esposizione in altri).

Diarrea, vomito, vomitare schiuma , febbre e letargia sono alcuni dei sintomi iniziali più comuni dell'infezione.

Come accennato in precedenza, i primi giorni successivi alla comparsa dei sintomi sono il periodo più critico della malattia. È durante questo periodo che il tuo cucciolo vincerà o perderà la battaglia contro il virus. Le cure veterinarie di supporto durante questo periodo possono migliorare drasticamente le possibilità di sopravvivenza del tuo cucciolo, quindi contatta sempre immediatamente il veterinario se sospetti un'infezione da parvovirus.

Recupero

Se il corpo del tuo cane prende il sopravvento sul virus, dovrebbe iniziare a riprendersi in circa una settimana. Continuerà a ospitare e diffondere il virus ancora per un po', quindi è comunque importante tenerlo lontano dai cani non vaccinati per almeno un mese .

Sintomi di Parvo nei cani: quali sono i primi segni di Parvo?

Parvo provoca una varietà di sintomi nei cani, ma i più comuni includono:

  • Grave, spesso sanguinante, diarrea
  • vomito
  • Anoressia o perdita di appetito
  • letargia
  • Depressione
  • Febbre alta (al contrario, i cani possono occasionalmente mostrare una bassa temperatura corporea)
  • Perdita di peso
  • Battito cardiaco accelerato
  • occhi rossi
  • Dolore addominale
  • Debolezza
  • Disidratazione

Nota che parvo uccide rapidamente, quindi questi sintomi non devono essere presi alla leggera . La maggior parte dei cuccioli che muoiono di parvovirus lo fa entro 2 o 3 giorni dall'inizio dei sintomi .

Poiché il parvo indebolisce i cani e compromette la loro funzione immunitaria, molti cani contrarranno infezioni batteriche secondarie mentre combattono contro il parvo. Questi possono esacerbare i sintomi della parvovite e indebolire ulteriormente un cane già malato.

Hai bisogno di aiuto veterinario veloce?

Avrai bisogno di un veterinario locale per aiutarti a curare la parvovirus, ma se ti stai chiedendo se il tuo cane è malato o meno, potresti voglio prendere in considerazione ottenere aiuto da JustAnswer — un servizio che fornisce l'accesso alla chat virtuale istantaneo a un veterinario certificato online.

Puoi discutere il problema con loro e persino condividere video o foto, se necessario. Il veterinario online può aiutarti a determinare quali dovrebbero essere i tuoi prossimi passi.

I cani adulti possono prendere la parvovite?

I cuccioli sono molto più suscettibili alla parvovirus rispetto ai cani adulti .

Ciò è in parte dovuto al fatto che i cani adulti hanno un sistema immunitario più robusto rispetto ai cuccioli, ma è anche perché la maggior parte dei cani adulti è stata vaccinata contro la malattia.

Inoltre, una piccola percentuale di adulti è già sopravvissuta alla malattia, che di solito fornisce ai cani un'immunità per tutta la vita.

Non commettere errori però: I cani adulti non vaccinati possono ancora contrarre la parvovite. Quindi non pensare che il tuo cane sia fuori dai guai solo perché ha passato la cucciolata. Un cane di 2 anni può contrarre la parvovirus se è esposto al virus e non è vaccinato.

I cani che sono stati vaccinati o sono già sopravvissuti a un attacco di parvovirus producono anticorpi che impediranno al virus di causare un'infezione. Questi anticorpi vengono in genere trasmessi dalle madri ai loro cuccioli, quindi i cuccioli appena nati contraggono raramente la malattia finché non perdono la maggior parte dei loro anticorpi materni.

Questi anticorpi durano per una settimana o due (la loro emivita è di circa 10 giorni), a quel punto i cuccioli diventano vulnerabili.

cuccioli appena nati

Quali cani sono più suscettibili al parvo?

Alcune razze soffrono di infezioni parvo più gravi di altre. Alcune delle razze a maggior rischio di soffrire di sintomi gravi includono:

  • rottweiler
  • Doberman pinscher
  • American Staffordshire terrier
  • Springer spaniel inglese
  • Pastore tedesco
  • labrador retriever

Sfortunatamente, i veterinari non capiscono ancora perché alcune razze siano a maggior rischio di sintomi gravi rispetto ad altre.

Dato che alcune di queste razze (in particolare Rottweiler e Doberman) condividono antenati, è probabile che condividano una predisposizione genetica che li fa soffrire di parvo più di altre razze.

Come fanno i cani a prendere la parvovite?

Parvo è un malattia altamente contagiosa che si diffonde facilmente da un cane all'altro . Viene trasmesso tramite il via oro-fecale – i cani infetti rilasciano il virus nelle loro feci e altri cani possono quindi contrarre la malattia quando ingeriscono inavvertitamente materiale contaminato dalle feci.

Parte del motivo per cui è così contagioso è che il virus è straordinariamente resistente .

È resistente a temperature e umidità estreme, quindi tende a rimanere nell'ambiente per lunghi periodi di tempo . Può anche contaminare qualsiasi cosa con cui un cane entra in contatto, inclusi guinzagli, ciotole per il cibo, cucce e materiali per la lettiera. Può persino aggrapparsi a capelli, strumenti per la pulizia, mani umane, vestiti e scarpe!

Il parvovirus può rimanere vitale in casa tua per almeno un mese , e in alcuni casi può rimanere vitale all'aperto fino a 1 anno.

Per quanto tempo cani e cuccioli malati sono contagiosi?

I cani inizieranno a diffondere il virus nelle loro feci entro 4-6 giorni dall'esposizione. Sfortunatamente, questo significa che alcuni cani iniziano a diffondere il virus prima che sviluppino qualsiasi sintomo (che di solito si verifica da 5 a 10 giorni dopo l'esposizione). Ciò complica ulteriormente gli sforzi per reprimere rapidamente le epidemie.

Gli animali infetti continueranno a diffondere il virus per tutta la durata della loro malattia e continueranno a farlo fino a 10 giorni dopo il completo recupero.

cibo per cani consigliato per chihuahua
Cani con parvo

Trattamento per parvovirus del cane: come trattare le infezioni da parvovirus?

Non esiste un trattamento specifico per la parvovirus nei cani, a parte le cure di supporto, che possono aumentare le probabilità che il cane malato si riprenda.

I cani che riescono a riprendersi dalla malattia lo fanno solo quando il loro corpo inizia a produrre abbastanza anticorpi per combattere l'infezione.

Di conseguenza, il il trattamento veterinario per la parvovirosi comporta principalmente la somministrazione di antibiotici, fluidi endovenosi e antiacidi; dare da mangiare al cane attraverso un nasogastrico tubo; e potenzialmente lavare lo stomaco del cane (una tecnica chiamata lavanda gastrica) in attesa che il sistema immunitario prevalga contro il virus .

I cuccioli e i cani malati di solito hanno bisogno di farlo rimanere presso l'ufficio del veterinario per almeno una o due settimane mentre ricevere queste cure e (si spera) riprendersi.

Cane Parvo

Possono anche richiedere integratori alimentari e molti veterinari prescriveranno anche farmaci per ridurre la febbre presente e per prevenire il vomito.

Il tuo veterinario osserverà anche il tuo cane da vicino per segni di infezioni batteriche e prescrivere antibiotici canini per aiutare a eliminare quelli che si sviluppano.

Recupero da Parvo: cosa puoi aspettarti?

Una diagnosi di parvovirus non è certamente quella che chiameresti una buona notizia, ma con cure veterinarie di alta qualità, il tuo cucciolo ha il 64% di possibilità di riprendersi (statisticamente parlando). Detto questo, la strada per il recupero del parvo può essere piuttosto accidentata.

La maggior parte dei cuccioli inizia a mostrare segni di parvovirus circa 5-10 giorni dopo la prima esposizione al virus. I successivi 2-4 giorni sono il periodo di tempo più critico, poiché generalmente è il momento in cui i cuccioli soccombono al virus. Coloro che riescono a superare questo periodo iniziale di malattia spesso sopravvivono.

La maggior parte dei cuccioli sopravvissuti impiegherà ancora una o due settimane per essere dimessi e tre o quattro settimane aggiuntive per tornare in buona salute (ma ricorda, i cani continuano a spargere parvo nelle loro feci per diverse altre settimane, quindi usa misure igieniche adeguate e continua a tenere il cucciolo separato dagli animali domestici non vaccinati).

A questo punto, il veterinario potrebbe consentire al cucciolo di tornare a casa. Assicurati di farlo seguire tutte le istruzioni per la cura e somministrare antibiotici o altri farmaci prescritti dal veterinario .

È anche importante impedisci al tuo cucciolo di rimpinzarsi di cibo durante questo periodo. Probabilmente sarà affamato dopo una battaglia con il virus, ma il suo tratto digestivo sarà in uno stato relativamente fragile. Così, fornire pasti più piccoli e più frequenti, piuttosto che riempire ciotole di cibo .

Il tuo cucciolo probabilmente sperimenterà feci molli o diarrea per diversi giorni dopo il suo ritorno a casa. Ma dovrebbero consolidarsi mentre il suo sistema digestivo si riprende.

Con un po' di fortuna, il tuo cucciolo inizierà presto a sentirsi come il suo vecchio io. Fai del tuo meglio per fornirgli la migliore assistenza possibile e cerca di mantenere basso il suo livello di stress, in modo che il suo sistema immunitario possa funzionare al massimo dell'efficienza.

La ramificazione a lungo termine di Parvo

Sfortunatamente, i ricercatori hanno scoperto di recente che il parvovirus può causare problemi di salute a lungo termine per alcuni cani.

Nel 2018, scienziati del Centro tedesco per la medicina veterinaria clinica e della Texas A&M University pubblicato uno studio che ha scoperto che i cani sopravvissuti alle infezioni da parvovirus avevano un rischio maggiore di sviluppare gastroenterite a lungo termine (infiammazione del tratto gastrointestinale).

Di fatto, Il 42% dei parvo-sopravvissuti intervistati sembrava aver sviluppato problemi digestivi , mentre solo il 12% circa di quelli nel gruppo di controllo ha sofferto di problemi simili.

Come prevenire Parvo: proteggere il tuo cucciolo dal virus

Poiché la parvovite è una malattia così grave e non esiste un trattamento specifico per essa, la prevenzione è fondamentale .

Alcuni dei migliori passaggi che puoi adottare per impedire al tuo cane di contrarre il virus includono:

  • Assicurati che il tuo il cucciolo è vaccinato contro il virus. Poiché gli anticorpi forniti dalla madre di un cucciolo possono complicare il processo di vaccinazione, la maggior parte dei veterinari consiglierà che il tuo cucciolo riceva almeno tre cicli di vaccinazioni prima del suo primo compleanno.
  • Assicurati di far vaccinare il tuo cane adulto contro il parvo se te lo consiglia il veterinario.
  • Non permettere ai cuccioli di visitare i parchi per cani , negozi di animali o altre aree in cui i cani si riuniscono fino a quando il veterinario non ti dà il via libera per farlo.
  • Non salire a bordo del tuo cucciolo fino a quando non è stato completamente vaccinato.
  • Mantenere una buona igiene – soprattutto se hai più di un cane in casa. Assicurati di raccogliere la cacca nel cortile di casa e ripulire prontamente eventuali incidenti interni.
  • Lavati le mani dopo aver toccato un cane con una storia di vaccinazione sconosciuta. Potrebbe anche essere consigliabile cambiarsi i vestiti e togliersi le scarpe prima di entrare in casa, poiché il parvo si diffonde spesso in questo modo.
  • Isolare sempre gli animali malati (in particolare da coloro che devono ancora essere vaccinati) immediatamente.
  • Mantieni basso il livello di stress degli animali domestici ,poiché ciò contribuirà a garantire che il loro sistema immunitario funzioni al massimo dell'efficienza.
  • Assicurati di fare tutto il possibile per mantenere il tuo cucciolo in buona salute , poiché la malattia ridurrà la funzione immunitaria, lasciando i cuccioli più vulnerabili al virus.

Vaccinare il cane contro il parvovirus

Il modo migliore per proteggere il tuo cane dalla parvovirus è far vaccinare adeguatamente il tuo cucciolo contro la malattia . I vaccini funzionano introducendo il corpo del tuo cane a un virus, che insegna al sistema immunitario come combattere l'infezione.

I vaccini possono farlo in diversi modi.

Per esempio, i vecchi vaccini contro il parvovirus contenevano campioni uccisi del parvovirus . Quando viene iniettato nel tuo cane, il sistema immunitario impara a riconoscere gli invasori e inizia a produrre anticorpi per combatterli.

In questo modo, se il tuo cane fosse esposto al virus in futuro, il corpo del tuo cane sarebbe in grado di sconfiggere il virus prima che possa farlo ammalare.

Una breve vaccinazione

Tuttavia, nel tempo, i veterinari hanno iniziato a scoprire che questi vaccini non erano così efficaci come speravano . Così, il vaccino contro il parvo è stato cambiato per incorporare un virus vivo modificato, invece . Un virus vivo modificato è un virus funzionale, che è stato modificato per renderlo meno virulento o in grado di causare infezioni.

Questi nuovi vaccini con virus vivi modificati si sono dimostrati molto più efficaci , e ora sono considerati lo standard per la prevenzione della parvovirus. C'è un rischio molto piccolo che i cani soffrano di lievi sintomi simil-parvonici dopo essere stati vaccinati con un vaccino a virus vivo modificato, ma tali eventi sono molto rari.

Contrariamente ai miti spesso ripetuti, c'è nessuna prova che i vaccini con virus vivi modificati compromettono la funzione immunitaria nei cani che ricevono il vaccino .

Tuttavia, non puoi semplicemente dare al tuo nuovo cucciolo un singolo vaccino contro la parvovirosi e aspettarti che sia adeguatamente protetto. Proteggere il tuo cane da questa malattia mortale richiede generalmente almeno tre cicli di vaccino parvovirale per fornire il livello di protezione desiderato.

Parte del motivo per cui sono necessari più cicli di vaccinazione è che i cuccioli ricevono anticorpi contro la parvovirus (così come molte altre comuni malattie canine) dalle loro madri. Questi anticorpi non dureranno a lungo, ma aiutano a proteggere i cuccioli appena nati, che altrimenti sarebbero altamente suscettibili alla malattia. Questo è anche uno dei motivi per cui i cuccioli raramente contraggono il parvovirus prima delle 6 settimane di età.

Ma questi anticorpi possono anche ridurre l'efficacia del vaccino contro il parvo . Di conseguenza, la maggior parte dei veterinari consiglia di vaccinare i cuccioli contro la parvovirus a 6, 9 e 12 settimane di età .

vaccinazione-parvo-cucciolo

Esistono diverse versioni del vaccino contro il parvo. Molti veterinari somministrano un vaccino combinato che non include solo un vaccino contro la parvovirus, ma anche vaccini contro il cimurro, l'adenovirus canino e i virus della parainfluenza.

L'importanza dell'igiene quando si combatte Parvo

Se il tuo cane contrae la parvovirus, dovrai adottare misure igieniche molto rigorose per assicurarti che non si diffonda ad altri cani nella tua casa.

Questo può essere difficile, poiché il parvovirus è un patogeno molto resistente che è difficile da uccidere.

Inizia pulendo l'intera area in cui è alloggiato il tuo cane con acqua e sapone . Questo è un primo passo importante, poiché devi prima rimuovere la maggior parte della materia organica presente prima di passare alla disinfezione: la candeggina non è molto efficace quando sono presenti detriti organici.

Una volta che l'area è pulita e asciutta, dovrai tornare indietro e utilizzare una soluzione a base di candeggina per disinfettare l'area . L'ASPCA consiglia una soluzione di 1 parte di candeggina in 32 parti di acqua. Applicare la soluzione generosamente, quindi lasciarla riposare per 10 minuti prima di risciacquare l'area e lasciarla asciugare all'aria.

Puoi anche usare disinfettanti contenenti perossimonosolfato di potassio (come Questo ) per eliminare il parvovirus. Assicurati di controllare il Pagina di prevenzione del parvo di ASPCA per saperne di più su come pulire e disinfettare la casa quando si ha a che fare con un cucciolo infetto da parvovirus.

parvo-igiene

Parvovirus negli esseri umani

Come accennato in precedenza, la parvovite non è solo una malattia che colpisce i cani (anche se è ciò che la maggior parte delle persone intende quando si riferisce alla malattia). Dozzine di animali diversi possono soffrire di parvovirus, compresi gli umani .

Il parvovirus umano è principalmente una malattia infantile , anche se gli adulti possono ottenerlo. In genere è chiamato eritema infettivo o quinta malattia . Quest'ultimo termine si riferisce al fatto che è una delle cinque malattie infantili comuni che causano un'eruzione cutanea (insieme a morbillo, rosolia, varicella e roseola).

Sintomi del parvovirus negli esseri umani

La quinta malattia (alias parvo umana) è di solito una malattia lieve negli esseri umani. Alcuni dei sintomi più comuni che provoca includono:

  • Male alla testa
  • Rinorrea
  • Febbre
  • Dolori articolari
  • Eruzione cutanea

L'eruzione cutanea è il sintomo più evidente della malattia, soprattutto quando si verifica nei bambini. L'eruzione cutanea di solito fa diventare le guance rosso vivo, il che dà alla malattia un altro nome comune: malattia della guancia schiaffeggiata. Alcune persone hanno un'eruzione cutanea secondaria sul petto, sulla schiena o sui piedi pochi giorni dopo e, in alcuni casi, l'eruzione cutanea può essere molto pruriginosa.

La maggior parte di questi sintomi si manifesta tra 4 e 14 giorni dall'infezione.

Trattamento di Parvo negli esseri umani



Gli esseri umani che contraggono il parvovirus B19 raramente necessitano di cure mediche – la maggior parte delle persone guarisce da sola entro 1-3 settimane. Non esiste comunque un trattamento specifico per il virus, quindi tutto ciò che il medico può fare per te è assicurarsi che tu lo sia adeguatamente idratato e trattare i sintomi prescrivendo farmaci antidolorifici, antistaminici o farmaci per ridurre la febbre.

Le persone immunocompromesse e coloro che soffrono di altre malattie possono manifestare sintomi più gravi della maggior parte e le donne incinte dovrebbero anche cercare assistenza medica se si ammalano della malattia .

Dopo il recupero dalla quinta malattia, la maggior parte delle persone gode di un'immunità permanente alla malattia.

La quinta malattia si diffonde attraverso le secrezioni nasali rilasciate quando le persone tossiscono o starnutiscono. Il virus può probabilmente sopravvivere su oggetti inanimati nell'ambiente per qualche tempo. La maggior parte delle persone cessa di essere contagiosa quando si sviluppa l'eruzione cutanea.

Non esiste un vaccino disponibile per proteggerti dalla quinta malattia , quindi il modo migliore per proteggersi è adottare una buona igiene, lavarsi le mani regolarmente ed evitare il contatto con persone malate.

Gli umani possono catturare Parvo dai cani (e viceversa)?

La maggior parte dei parvovirus colpisce solo un tipo di animale o, in rari casi, un gruppo di animali strettamente imparentati (per esempio, il parvovirus che infetta il visone può anche infettare furetti, puzzole e procioni). Quindi, mentre i cani sono sensibili a CPV-1 e CPV-2, gli esseri umani sono sensibili solo a una specie nota come Parvovirus B19 .

Quindi, non preoccuparti - non puoi prendere la parvosi direttamente dal tuo cane e il tuo cane non può prendere la parvovite direttamente da te .

Come piccolo avvertimento, menzioneremo che se tu o il tuo cane siete stati contaminati dal ceppo a cui l'altro è suscettibile, la trasmissione potrebbe teoricamente verificarsi.

Ad esempio, se qualcuno con Parvovirus B19 starnutisce sul tuo cane e poi gli dai un grosso bacio, potresti ammalarti. Oppure, se tocchi un cane con parvovirus e poi accarezzi il tuo cucciolo, potrebbe ammalarsi.

Parvovirus nei gatti

I gatti sono anche sensibili a un parvovirus, sebbene la malattia causata dal virus sia spesso chiamata cimurro felino, enterite infettiva felina , o panleucopenia felina .

Il virus è onnipresente nell'ambiente, quindi la maggior parte dei gatti alla fine ne viene esposta. Fortunatamente, c'è un vaccino disponibile che dovrebbe aiutare a prevenire la maggior parte dei gatti di contrarre la malattia.

Il parvovirus felino è diffusione per via oro-fecale , proprio come il parvovirus canino, ma può essere trasmessa anche attraverso la saliva, l'urina e il sangue . Le femmine gravide che contraggono la malattia possono trasmetterla ai loro bambini.

can-cats-get-parvo

Sintomi del parvovirus felino

Il parvovirus felino o la panleucopenia felina provoca una varietà di sintomi diversi nei gatti. Alcuni dei più comuni includono:

  • Febbre
  • Basso numero di globuli bianchi
  • Diarrea
  • Cattiva salute del pelo
  • anoressica
  • Perdita di peso
  • Ritiro o occultamento di comportamenti
  • Problemi neurologici
  • Anemia
  • vomito

Il parvovirus felino è una malattia molto grave per i gattini di età compresa tra 3 e 5 mesi, ma è tipicamente lieve (e spesso completamente asintomatica) nei gatti adulti. I gatti che si ammalano gravemente spesso soccombono alla malattia, poiché il tasso di mortalità è quasi del 90%.

Trattamento del parvovirus felino

Come il parvovirus nei cani e la quinta malattia nell'uomo, Il parvovirus felino non è curabile con nessun farmaco specifico . Questo è uno dei motivi per cui è così importante vaccinare i gatti.

La maggior parte dei gatti che si ammalano gravemente dovrà essere ricoverata in ospedale, dove riceveranno cure di supporto potenzialmente salvavita. Il tuo veterinario probabilmente somministrerà liquidi ed elettroliti IV per combattere la disidratazione e potrebbe anche prescrivere farmaci per alleviare qualsiasi dolore o febbre presente, nonché farmaci antiemetici e antidiarroici.

Il parvovirus felino può causare malattie che durano per un periodo di tempo significativo . Molti gatti avranno bisogno di 6 settimane o più per riprendersi completamente, anche con le migliori cure veterinarie possibili.

I gatti possono ottenere il parvovirus dai cani (e viceversa)?

Il parvovirus canino colpisce solo i cani e il parvovirus felino colpisce solo i gatti (comprese le varietà selvatiche e domestiche).

Quindi, no, i cani non possono trasmettere la parvovirus ai gatti. I gatti malati non infettano i cani, né i cani malati infettano i gatti.

Allo stesso modo, non puoi prendere il parvovirus dal tuo gatto, né il tuo gatto può prenderlo da te (sebbene, come con i cani, le tue mani possano trasmettere il parvovirus felino da un gatto all'altro).

È interessante sottolineare che mentre i parvovirus canini e felini sono molto specie-specifici, sono strettamente correlati tra loro . In effetti, si pensa che il parvovirus canino sia un discendente diretto del parvovirus felino.

Gli scienziati sospettano che il virus sia mutato più volte (probabilmente negli anni '70), che gli ha permesso di specie di salto e inizia a infettare i cani .

possono-gatti-ottenere-parov-dai-cani

Piccola festa

Di seguito abbiamo elencato alcune delle domande più comuni su parvo. Alcune di queste domande e risposte hanno già ricevuto risposta in precedenza, ma volevamo solo rendere più facile per i lettori trovare rapidamente le informazioni che desiderano.

Qual è il tasso di sopravvivenza del parvovirus canino?

Il tasso di sopravvivenza del parvovirus canino è basso. Fino all'89% dei cuccioli non vaccinati che contraggono il virus moriranno senza trattamento.

Con una pronta attenzione veterinaria, la maggior parte sopravviverà, anche se alcune ricerche suggeriscono che fino al 36% dei cuccioli non vaccinati morirà anche con il trattamento.

Quanto dura il periodo di incubazione del parvovirus canino?

Tipicamente, il periodo di incubazione (il tempo che intercorre tra l'esposizione e l'insorgenza dei sintomi, quando il virus si sta moltiplicando rapidamente) per la parvovirus è di circa 3-10 giorni. Più comunemente dura circa una settimana.

Quali sono i sintomi della parvovite nei cani?

La diarrea è il sintomo più comune, ma in molti casi si osservano anche letargia, vomito e perdita di peso. I cani possono anche soffrire di problemi cardiaci dopo aver contratto la malattia.

Come viene trattata la parvovirus nei cani?

Non esiste un trattamento specifico per la parvovirus nei cani. Il tuo veterinario avrà semplicemente bisogno di fornire cure di supporto mentre il sistema immunitario del tuo animale cerca di combattere l'infezione. Questo è uno dei motivi per cui la vaccinazione è così importante.

Quanto dura il parvo in un cucciolo?

Parvo si risolve in genere (in quei cani abbastanza fortunati da sopravvivere all'infezione) circa tre o quattro settimane dopo la prima comparsa dei sintomi. Tuttavia, i cani impiegheranno ancora più tempo per riprendersi e rimanere contagiosi durante questo periodo.

Come puoi proteggere il tuo cane dal parvovirus?

La cosa migliore da fare per proteggere il tuo cane dalla parvovirus è farlo vaccinare. Di solito sono necessari diversi cicli di vaccinazione, basta seguire i consigli del veterinario.

Dovrai anche evitare di portare il tuo cucciolo in parchi o altri luoghi frequentati di frequente da altri cani fino a quando non avrà ricevuto il regime completo di vaccini.

Puoi curare la parvovirus senza un veterinario?

Non c'è alcun modo per curare la parvovirus: è semplicemente una malattia che il corpo del tuo cane dovrà combattere. Questo è parte del motivo per cui è un problema di salute così serio, nonché parte del motivo per cui è così importante far vaccinare il cane.

Del resto, non c'è molto che il tuo veterinario possa fare nemmeno per curare un'infezione da parvovirus attivo: i veterinari in genere forniscono cure di supporto ai cani colpiti da parvovirus e trattano alcuni dei problemi associati, come disidratazione, dolore e nausea.

Tuttavia, il tuo cane avrà senza dubbio maggiori possibilità di riprendersi se rimane dal veterinario mentre cerca di combattere un'infezione da parvovirus.

I cani adulti hanno bisogno delle vaccinazioni parvo?

La maggior parte dei veterinari raccomanderà che i cani adulti ricevano il vaccino parvovirale ogni 1-3 anni per assicurarsi che rimangano protetti dalla malattia.

È possibile, anche se raro, che i cani vaccinati contraggono la malattia. Tuttavia, ha ancora senso far vaccinare tutti i cuccioli e i cani secondo le raccomandazioni del veterinario.

Cos'è il parvovirus B19?

Il parvovirus B19 è il tipo specifico di parvovirus che colpisce gli esseri umani.

Quanto è grave il parvovirus negli esseri umani?

Parvo (chiamato quinta malattia quando colpisce gli esseri umani) è generalmente lieve e raramente richiede cure mediche. Tuttavia, le persone nelle categorie ad alto rischio, come le donne incinte, dovrebbero consultare un medico.

Quanto dura il parvovirus nell'uomo?

La maggior parte delle persone supera il parvovirus in una o due settimane.

Puoi dare la parvovite al tuo cane?

Non direttamente, poiché umani e cani sono sensibili a diverse specie virali. Tuttavia, è possibile trasferire il parvovirus canino sulle mani o sui vestiti, quindi è sempre importante lavarsi accuratamente le mani dopo essere entrati in contatto con un cane che potrebbe soffrire di parvovirus.

Il tuo cane può darti la parvosi?

La trasmissione diretta non è possibile, poiché l'uomo e il cane sono sensibili a diverse specie di parvovirus. In teoria, se qualcuno con la quinta malattia contamina il tuo cane, potresti contrarre la malattia, ma è improbabile.

Come viene diagnosticata la parvovirus nei cani?

Il veterinario diagnosticherà un'infezione da parvovirus prelevando prima un campione eseguendo un tampone rettale. Da lì, il campione viene immerso in una soluzione speciale, che viene quindi depositata su una striscia reattiva. Se il test è negativo, verrà visualizzata una riga; se il test è positivo, vengono visualizzate due linee (è qualcosa come un test di gravidanza).

Come puoi vedere, la parvovite è una malattia molto grave, quindi vorrai assicurarti di fare tutto ciò che è in tuo potere per aiutare a proteggere il tuo cucciolo. Assicurati di seguire i consigli del tuo veterinario riguardo ai vaccini ed evita di portare il tuo cucciolo in aree frequentate dai cani fino a quando il tuo veterinario non ti dice che è sicuro farlo.

Hai mai avuto un parvo contratto con un cucciolo? Raccontaci l'esperienza nei commenti qui sotto.

Articoli Interessanti